10 dicembre 2013

INCOSTITUZIONALI !

E ADESSO… DIMETTETEVI TUTTI !!! 
La decisione della Consulta (l’“anti-Porcellum”) ha finalmente risolto una “questione di lana caprina”, sentenziando ciò ai più evidente da tempo: l’ILLEGITTIMITA’ (“sostanziale”, ancor prima che formale) DEL PARLAMENTO, per l’esattezza di un Parlamento:
a-                  di “nominati” (senza alcuna legittimazione democratica!)
b-                  falsato da un “abnorme” premio di maggioranza.

Cassato il Porcellum, però, non s’intravede alcuna luce in fondo al tunnel: il RISCHIO è DI ritornare prossimamente al voto con UN “SUPER-PORCELLUM”, ovvero un proporzionale puro “parimenti incostituzionale” (già nel ‘93 bocciato da un referendum popolare!).

A far da STAMPELLA all’attuale sistema politico, nel frattempo, ci pensa l’ultraottantenne (ed ultras governativo!) GIORGIO NAPOLITANO: un Presidente della Repubblica “doppiamente illegittimo”, in quanto per due volte (fatto di per sé discutibile…) “nominato” da una combriccola di “nominati”!

Stando così le cose, CHE FARE ???

5 maggio 2013

LA REPUBBLICA DI “NAPISAN”




IL GOVERNO “ALF-ETTA”: PIU’ BIANCO NON SI PUO’!

   
“L’Italia è un paese da distruggere, un posto bello e inutile, destinato a morire, dove tutto rimane uguale, immobile, in mano a dinosauri…” (da La Meglio Gioventù)
 


“THE WINNER IS…”

Giorgio Napolitano! Finalmente il Parlamento, dopo prolungato travaglio, è riuscito a partorire un nuovo nome per lo scranno più alto di Roma.
Beh, “nuovo” non è forse l’aggettivo più indicato… Diciamo che, quantomeno, la benamata “partitocrazia” ha cavato fuori qualcosa dal cilindro!
Certo, non proprio il Bianconiglio… Ma “Italialand” ha ben poco del Paese delle Meraviglie, apparendo piuttosto un gingillo disgraziatamente finito nelle mani di una classe politica infantile e trastullante...

La (ri)nomina quirinalizia ha assunto una valenza reazionaria, conservatrice, in perfetto stile “ancien régime”. Eppure, in soli due mesi, molto è cambiato: si è assistiti, di fatto, alla trasformazione in senso semipresidenziale della Repubblica ed alla nascita del primo governo -per alcuni “fantoccio”- del Presidente!
Tutto ciò, è bene ricordarlo, “a Costituzione invariata”...
Dove trae fondamento giuridico, or dunque, il nuovo assetto politico-istituzionale?
Verrebbe da pensare ad una “Costituzione ombra”: una Carta segreta, a metà tra le leggi di Murphy e le tavole mosaiche, i cui principi o massime fondamentali possiamo solo maliziosamente immaginare...

13 marzo 2013

SPECIALE DOPO-ELEZIONI: INTERVISTA A FEDERICA SALSI



SALSI: “GRILLO? UN EMISSARIO DI CASALEGGIO…”

Quali scenari prospettare dopo l’incredibile risultato elettorale?
Che futuro attende il Movimento Cinque Stelle? Chi (o cosa) ha permesso la sua inarrestabile ascesa politica?
Ne parliamo con Federica Salsi, consigliere comunale di Bologna ed “epurata” eccellente del Movimento Cinque Stelle:
 

24 febbraio 2013

VOTARE O NON VOTARE???


CARI PARTITI, IL VOSTRO “CREDITO” è FINITO…
Votare... o non votare???
Questo il problema...

Astenersi... o reagire???
Questa volta preferisco “non avere rimpianti”, e rispondere nelle urne al ventennio di “falsità” berlusconiane e “fallimenti” delle armate Brancaleone dell’Ulivo-Unione!

Io voto “contro il Sistema”!
Alla Camera sbarrerò la lista Rivoluzione Civile, al Senato Movimento 5 Stelle...

Ambiguità?... No, concretezza!
Chi saprà conquistare la mia fiducia “con i fatti” nei prossimi mesi, alle elezioni venture meriterà anche il mio secondo voto!

Cari partiti, io non voto più “in bianco”…
La logica del “voto utile” o responsabile non ha più alcuna logica!
Il vostro “credito” è finito: è ora che paghiate il conto!!!

20 febbraio 2013

SPECIALE ELEZIONI 2013: “BERLUSCONI, IL SOGNO & IL GRANDE INCUBO…”


INTERVISTA ALL’ON. LARA COMI
Un altro governo Berlusconi è possibile? è credibile? è auspicabile?
Cosa verrà fuori dal “caos” politico pre-elettorale?
Ne parliamo con Lara Comi, europarlamentare del Pdl e volto emergente della politica italiana:

4 febbraio 2013

AFORISMI SULLA SCRITTURA


L’ARTE DELLO SCRIVERE STA NELLA BELLEZZA DEL VIVERE…
 “Il racconto è il romanzo di un pigro”
(Antonio Tabucchi)

“Chi legge sa molto; chi osserva sa molto di più”
(Alexandre Dumas figlio)

“Anche nel libro più bello é scritta la parola fine”
(Immanuel Kant )

“Una stanza senza libri è come un corpo senz’anima”
(Cicerone)

4 gennaio 2013

UN’ALTRA ITALIA È POSSIBILE?






IL BELLO (l’Italia),
IL BRUTTO (Monti),
IL CATTIVO (la politica)
“Ogni nazione ha il governo che si merita”
(Joseph de Maistre)

UN’ALTRA REPUBBLICA è POSSIBILE?

“La seconda repubblica nacque sugli scandali, la terza rischia di nascere sul vomito popolare”
(Alexandre Cuissardes)

Pasqua è ancor lontana, eppure questi sono già giorni di “Passione” per la nostra seconda Repubblica: partita di slancio, vent’anni or sono, col suo carico di promesse (una nuova etica pubblica, un rinnovamento della classe politica, riforme strutturali…), è rimasta praticamente ferma ai nastri di partenza.
Miracolosamente recitano ancora sul palco del teatrino politico italiano personaggi “evergreen”, quali Berlusconi, Fini, Casini, Bersani: se un paziente, caduto in coma nel ’94, si risvegliasse solo oggi, sarebbe assai difficile convincerlo che sono trascorsi invano diciotto anni!

22 dicembre 2012

UN’ALTRA INFORMAZIONE È POSSIBILE?


IL WEB, I GIORNALI, LA TV: COME CAMBIA (O è GIà CAMBIATO!) IL MONDO DELL’INFORMAZIONE…

“Gli intellettuali, i politici o i giornalisti che dicono di lavorare per il bene comune dovrebbero darne prova concreta, e suicidarsi”
(Carl William Brown)

6 novembre 2012

GIOVENTÙ BRUCIATA




Se i giovani non hanno sempre ragione, la società che li ignora e li emargina ha sempre torto…
(François Mitterand)

DALLA “BEAT” ALLA “NEET” GENERATION:
GIOVANI SULL’ORLO DI UNA CRISI DI NERVI…


SOMMARIO:

1-L’ITALIA? NON UN PAESE PER GIOVANI…
2-ITALIA, REPUBBLICA “AFFONDATA” SUL LAVORO: L’ALLARME DISOCCUPAZIONE
3-GENERAZIONE PERDUTA: IL DRAMMA DELLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE
4-GIOVANI IN “STAND-BY”: IL FENOMENO DEI “NEET”
5-ETERNI MAMMONI? IL FENOMENO DEI “BAMBOCCIONI”
6-I “DIVERSAMENTE OCCUPATI”: GLI STAGISTI
7-VITE PRECARIE: “GENERAZIONE 1.000 EURO”
8-L’ULTIMA SPIAGGIA: LA FUGA DEI “CERVELLI”
9-L’“EQUAZIONE PERFETTA” PER USCIRE DALLA CRISI

8 ottobre 2012

NON PER SOLDI… MA PER DENARO!

(PILLOLE DI SPENDING REVIEW)

“I ladri di beni privati passano la vita in carcere e in catene, quelli di beni pubblici nelle ricchezze e negli onori..”
(Marco Porcio Catone)

N° 4 - IL COSTO DEI PARLAMENTARI
 LA POLITICA?
IL “MESTIERE” PIÙ ANTICO DEL MONDO…

“Cosa vorresti fare da grande?”
Chi di noi, almeno una volta nella vita, non ha avuto posta questa domanda?
In altri tempi, le risposte più comuni erano anche le più banali: “il medico!”, rispondevano i più filantropi; “il prete!”, i più introversi; “il poliziotto!”, i più audaci; finanche “lo spazzino!”, i più estroversi…
Oggi, per le nuove generazioni cresciute a “pane e televisione”, le aspirazioni più ambite sono piuttosto cambiate: i figli -dalla vita bassa (e mutande alte!)- del “consumismo sfrenato” e della globalizzazione selvaggia, perso ogni briciolo di genuinità, sognano di fare “il calciatore”, illusi dalle prospettive di facili guadagni; di diventare “veline”, abbagliati dai lustrini e paillettes del palcoscenico; di divenire “cantanti”, attratti dalla prospettive di bucare lo schermo inseguendo la scorciatoia d’un reality…

Perché questa premessa “sociologica” parlando di un tema brutalmente politico: il costo dei parlamentari?
Perché, ritornando alle aspirazioni dei giovani del domani, c’è da scommettere che presto la professione più ambita diverrà proprio quella politica!
Quale altra attività “rende molto” in termini di guadagni e visibilità e “richiede poco” in termini di capacità e competenza???
Un tempo l’immagine poco “in” del politico -generalmente visto come un personaggio grigio, noioso, riservato…- costituiva una naturale barriera tra i giovani e la politica.
Ma come non cambiare idea ripensando alle serate “allegre” dei nostri Presidenti del Consiglio, ai divertimenti “sfrenati” dei nostri consiglieri regionali o ai festini “dissoluti” cui non di rado incappano i nostri politici?!

12 settembre 2012

“PARASSITI”: COME NASCONO, CRESCONO E PROLIFERANO GLI ELETTI…


(PILLOLE DI SPENDING REVIEW)

“I parassiti sono nella società così come sugli animali: a un certo punto, se crescono al di là d’un certo limite, l’animale muore. E così muore una società.
Chi è il parassita? Colui che non produce ricchezza, ma vive consumando quella prodotta dagli altri”
(Gianfranco Miglio, giurista e politologo)

N° 3 - IL COSTO DEGLI “ELETTI”

 “OVERDOSE” DEMOCRATICA

“CHI VIVE A SPESE DEGLI ALTRI DANNEGGIA TUTTI”.
Questo il noto slogan d’una recente e alquanto stravagante pubblicità progresso, che, accostando le foto di orripilanti parassiti con quella d’un evasore fiscale -invero più simile a un povero disgraziato!-, metteva in guardia i cittadini dalla tentazione di non pagare le tassse…
Ma chi sono i veri “parassiti”?
Solo i commercianti che non erogano lo scontrino -magari perché strangolati da un regime fiscale opprimente-?
Oppure le vere “sanguisughe” sono in primis quei politici che, adagiati su comode poltrone -senza alcuna voglia di mollarne la presa!-, hanno prosciugato le speranze d’un’intera generazione (la stessa che è divenuto improprio chiamare “generazione 1000 euro”, visto che sempre più si ritrovano “0 euro” in tasca a fine mese!)???

23 agosto 2012

L’UOMO DEL COLLE HA DETTO “NI”…



(PILLOLE DI SPENDING REVIEW)

N° 2 - IL COSTO DEL QUIRINALE …


“Per evitare che la crisi degeneri siamo tutti chiamati a fare dei sacrifici…” (Giorgio Napolitano, 19 luglio 2012).
Parole sagge e responsabili, signor Presidente…
Ma quando sarà Lei per primo ad esser “d’esempio” per tutti noi Italiani???

Comunemente, quando si parla di “Casta”, balzano subito agli occhi le immagini dei politici nostrani comodamente “ozianti” in Parlamento…
Ma quanto ci costa mantenere “il Presidente” (della Casta), Colui che siede sul Colle più alto di Roma???

26 luglio 2012

DOVE C’E’ “CASTA” C’E’ ITALIA…


(PILLOLE DI SPENDING REVIEW)
 N° 1 - IL COSTO DELLA REPUBBLICA


Quanto costano i “Palazzi” del Potere?
Quanto costa agli Italiani mantenere un tanto pletorico quanto ipertrofico apparato politico-istituzionale?
Che la (Casta) politica italiana sia la più costosa d’Europa (probabilmente tra le più dispendiose al mondo!) è un fatto notorio...

8 giugno 2012

TRA PIACERI E INCANTO…


Come mare ardente d’agosto
m’assali con le tue labbra
inondandomi di salsedine
per arenarti sul fianco della sera
e ritrarti ancor bagnata al mattino.

7 giugno 2012

AFORISMI SULL’ARTE


ARTISTICAMENTE PARLANDO…
Se dipingete, chiudete gli occhi e cantate”
(Pablo Picasso)

“L’arte non insegna nulla, tranne il senso della vita”
(Henry Miller)

“Artista è soltanto chi sa fare della soluzione un enigma”
(Karl Kraus)

2 giugno 2012

LA “BAGGIANATA” MILITARE


PER UNA REPUBBLICA “SOLIDALE” (NON “MILITARE”!)

 PER UNA REPUBBLICA FONDATA SUL LAVORO (NON SULLE ARMI!)

IO, IL 2 GIUGNO, RICORDO… MA NON FESTEGGIO!

23 maggio 2012

TSUNAMI DEMOCRATICO


 IL “BOOM!” DI GRILLO… E IL “PLIN PLIN” DI BERSANI!

Le elezioni amministrative (le prime dell’era post berlusconiana -a proposito: chi ha più notizie del Cavaliere?-) hanno avuto un effetto deflagrante sul sistema politico italiano.
Il voto (e il non voto) degli Italiani si è abbattuto sui partiti come uno “tsunami democratico”, rischiando -ancor più col probabile ritorno dell’onda lunga grillina alle politiche- di spazzare via dalla scena molte prime donne di questa giovane morta Seconda Repubblica.
Ciò che più preoccupa la Casta, nondimeno, è la sopravvenuta consapevolezza di come questa scossa possa essere solo la prima di una lunga serie di terremoti politici dalle conseguenze imprevedibili!

17 maggio 2012

LA “SPINA” DI PALERMO


E’ ormai il “caos” a Palermo.
Caos “democratico” (per il Partito Democratico, sintende...). 

Chiusasi fragorosamente la stagione del berlusconismo (anche nelle sue diramazioni -“metastasi”, per alcuni- locali: dalla Moratti a Milano, a Cammarata a Palermo...), tutti i segnali convergevano in un’unica direzione: l’irripetibile opportunità per il Pd, principale forza d’opposizione in questi anni, di capitalizzare elettoralmente da un lato la frustrazione pidiellina(per quel promesso miracolo economico trasformatosi in un incubo!), dall’altro la rabbia leghista (di chi è passato dall'orgoglio di gridare padroni a casa nostra! alla vergogna di scovare ladroni in casa propria!).

16 maggio 2012

QUELLO CHE (NON) HA (SAVIANO)


 PERCHE’ DIFENDO GIULIANO FERRARA…

Ha suscitato roventi polemiche l’articolo con cui Giuliano Ferrara ha “stroncato” ancor prima della partenza il nuovo programma con cui Roberto Saviano è tornato sullo schermo, “Quello che (non) ho”.
Eloquente come non mai il titolo dell’editoriale dell’Elefantino: Qualcuno deve pur dirlo, ora basta con Roberto Saviano.
Ancor più esplicito il contenuto:
Saviano? “Uno che non ha mai detto nulla di interessante -scrive il direttore de Il Foglio-, che non ha un’idea in croce, che scrive male e banale, che parla come una macchinetta sputasentenze, che brancola nel buio di un generico civismo, che è stato assemblato come una zuppa di pesce retorico a partire da un romanzo di successo”.
Quello che (non) ho? “Un rimasuglio di tv dell’indignazione -conclude Ferrara-, una celebrazione di quella cazzata che è l’evento.

11 maggio 2012

AFORISMI & AFORISMI


UN MARE DI PENSIERO IN UN LAMPO DI PAROLE…


“Il respiro più lungo è dell’aforisma”
(Karl Kraus)

“L’aforisma è il boia della prolissità”
(Michelangelo Cammarata)

“Fulmini in pensieri, ecco gli aforismi”
(Carlo Dante)

20 aprile 2012

FAMIGLIE, “DI FATTO”


CONDIVERE CASA, AFFETTI, SENTIMENTI…
PERCHE’ NON ANCHE DIRITTI?
Sono in continuo aumento le convivenze “more uxorio”, sia etero che omosessuali.
“Famiglie di fatto” a tutti gli effetti ma che, per lo Stato italiano, semplicemente “non esistono”, sono “invisibili”: individui che, pur condividendo stessa vita, stesso tetto e magari anche dei figli, sono considerati alla stregua di estranei (al massimo, coinquilini!).

COPPIE, “INVISIBILI”

UNIONI DI FATTO:
DISCRIMINAZIONI “DI DIRITTO”?
“881mila” sono le coppie di fatto in Italia (di cui oltre “100 mila” unioni gay); “100 mila” i figli che ogni anno nascono al di fuori del matrimonio (e “100 mila” i bambini già cresciuti da coppie omosessuali); “2,5 milioni”, nel complesso, i componenti delle nuove famiglia “non convenzionali” (dati Censis).
Numeri che fanno impressione, che descrivono meglio di ogni altra considerazione la trasformazione cui è andata incontro la nostra società.
Ma a destar ancor più impressione è il fatto che questi siano numeri di una realtà “fantasma”: fantasma non in quanto “irreale” bensì in quanto del tutto “ignorata” dalle Istituzioni!

6 aprile 2012

12 marzo 2012

AFORISMI IN CERCA DI LETTORE…

PENSIERI SPARSI… (ED EVENTUALI)

“Chi è solo è tutto suo”
(Leonardo da Vinci)

“Se devi sognare, esagera”
(Attilio)

“Il silenzio è il grido più forte”
(da La vita è bella)

4 marzo 2012

IL MITO DELL’UNIVERSALITA’ DEI DIRITTI UMANI

“Confessiamo una buona volta a noi stessi che da quando l’umanità ha introdotto i diritti dell’uomo, si fa una vita da cani…” 
(Karl Kraus)


QUAL E’ IL FONDAMENTO DEI DIRITTI DELL’UOMO?

La “Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo” (cd. Dudu) del 1948 enuncia una lunga serie di diritti.
Ciò dandone per scontata l'esistenza, ovvero senza indicarne esplicitamente il fondamento ultimo.
Perché mai, allora, riconoscere i cd. diritti umani come diritti “universali” (ovvero rivolti all’intera Umanità e imponenti agli Stati la "non ingerenza" nell’esercizio individuale degli stessi)?
Dove traggono fondamento i “presunti” caratteri distintivi dei diritti dell’uomo (la loro “fondamentalità”, “universalità”, “inviolabilità” e “indivisibilità”)?

27 febbraio 2012

T R A T T E N E N D O … IL RESPIRO

 La città della sera
-come un mappamondo di stelle
ubriache di malinconia-
riflette un cielo d’occhi
dispersi
tra coni d’ombra
e vicoli in preghiera…

14 febbraio 2012

P-DE PROFUNDIS

STORIA D’UN PARTITO SULL’ORLO DI UNA “CRISI DI NERVI”…
  “TAFAZISMO DEMOCRATICO”

La Sinistra italiana si è sempre contraddistinta per tratti di puro “masochismo”, una “pulsione autodistruttiva” sintetizzabile nello slogan “facciamoci del male!”.
Ma l’ancor in fasce Partito Democratico deve aver ereditato “il meglio” dai suoi predecessori, visto che, bruciando ogni tappa, in soli 4 anni sta raggiungendo vette ancora inesplorate di “sadismo”!

25 gennaio 2012

L'OMBRA DEL RESPIRO...

Non una parola a contraddirci,
uno sguardo a distrarci,
un abbraccio a dissuaderci.

13 gennaio 2012

TRA COSCHE E CASTITA’…

Favola di un politico “presunto” innocente… e di un giornalista “presunto” colpevole!


La favola che segue prende spunto dall'attualità politica di questi giorni, che ha registrato:

1- a livello nazionale, il voto segreto con cui la Camera ha, per la seconda volta, salvato l'on. Cosentino dagli arresti (benché giudicato dalla Magistratura "referente politico nazionale della Camorra"!)

2- e, a livello locale, nuovi attacchi provenienti dal Consiglio comunale di Partinico (Pa) contro il giornalista di confine Pino Maniaci (direttore della tv antimafia Telejato), minacciato di querela per aver osato definire "cosca" una Assemblea consiliare riluttante nel prendere le distanze da un proprio membro recentemente indagato a causa di "frequentazioni pericolose".


Ogni riferimento a cose o persone, dunque, è puramente "causale"!

(Unico personaggio di fantasia -si capisce- è l'onesto deputato controcorrente citato nella storia...).

7 gennaio 2012

SILVIO BERLUSCONI: L’ULTIMO “COMUNISTA”

STORIA DI UN PAESE IMPROVVISAMENTE RITROVATOSI “CONTRO NANO”…
Il dado è tratto: Silvio Berlusconi è morto! (politicamente, s’intende…)
Il 12 novembre, rassegnando le dimissioni, il Cavaliere ha irrimediabilmente inciso la parola “fine” su di una stagione politica protrattasi quasi un ventennio, inaugurata e conclusasi praticamente allo stesso modo: con un videomessaggio agli Italiani, coerente fino all’ultimo con il suo inimitabile stile da “tele imbonitore”.